Perché Napoli è bella, alcune delle cose che ti faranno innamorare di questa città.

Perché Napoli è bella: iniziamo questo cammino nella città partenopea.

Perché Napoli è bella, se lo chiedono in molti. La città del sole è ricca di storia, passione, arte, cultura, tradizioni e gastronomia.

Perché napoli è bella

Continue reading

Come muoversi a Napoli: ecco tutti i mezzi pubblici

Come muoversi a Napoli: metro, bus, funicolari, cumana, circumflgrea e taxi

Come muoversi a Napoli può risultare spesso difficile. Caos, traffico, smog e clacson non sono certamente amici di chi si mette alla guida nel capoluogo campano. Se avete intenzione di visitare la città, vi consigliamo vivamente di muovermi a piedi o favorire e i mezzi pubblici. A Napoli la rete metropolitana e le tratte ferroviarie urbane offrono un trasporto di tipo capillare.

come muoversi a Napoli

Nell’ ambito della rete urbana metropolitana, le aziende del trasporto pubblico napoletano sono la ANM, la EAV e le Trenitalia. Come muoversi a Napoli allora? Per potersi spostare in città con i mezzi pubblici è sufficiente acquistare un biglietto Unico dal valore di 1€ con durata di 90 minuti per una singola corsa.  Il biglietto della validità di 24 ore ha invece un costo di 3,50€.

Continue reading

Musei gratis a Napoli e provincia domenica 4 settembre

Musei gratis: ritorna ogni prima domenica del mese l’ iniziativa del Ministero dei Beni Culturali

Domenica 4 settembre, tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali statali di tutta Italia saranno aperti gratuitamente. L’ iniziativa è stata promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali tramite il Mibact #domenicalmuseo. L’ appuntamento coi musei gratis continuerà tutto l’ anno ogni prima domenica del mese.

Continue reading

Pompei di notte: visite e spettacoli agli scavi

Pompei: fino ad ottobre visite guidate e spettacoli notturni

Agli scavi di Pompei fino ad ottobre sarà possibile effettuare un percorso notturno promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo in accordo con la Soprintendenza Pompei. All’interno della piramide in legno e metallo nell’ anfiteatro, progettata dall’architetto Francesco Venezia, si terrà la prima tappa del percorso della mostra dei calchi di Pompei e l’ Europa 1748-1943. La visita proseguirà nelle vigne del Foro Boario, dove il gruppo incontrerà gli esperti enologi dell’azienda vitivinicola Mastroberardino, che da dieci anni collabora con la Soprintendenza su progetti di studio delle antiche coltivazioni e sulle tecniche per la realizzazione del vino in epoca romana.  Dopo la degustazione si prosegue sulla via di Castricio costeggiando pompeila Palestra Grande e si transita dinanzi alla Casa della Nave Europa  fino giungerà alla Casa del Menandro. Poi  attraverso la via Stabiana si arriverà all’area dei teatri, riunendosi all’Odeion, il teatro piccolo.
A chiudere il percorso sarà, infatti, una performance di luci a cura del fotografo Cesare Accetta con la voce dell’attore Enzo Moscato, che richiamerà l’attenzione del pubblico su quel drammatico e straordinario evento di duemila anni fa, ricordando la forza distruttrice del Vesuvio e la sua grande fascinazione, con le citazioni di famosi viaggiatori del passato. Una navetta bus riporterà i partecipanti all’ingresso di piazza Anfiteatro. Nelle date in cui al Teatro Grande sono in programma spettacoli, chi è interessato e dotato di biglietto, dopo il percorso potrà proseguire la serata accedendo direttamente alle gradinate.  Per la sezione “Incontri” di “Pompei, un’emozione notturna” che si terranno nell’Anfiteatro, il programma prevede 6 appuntamenti culturali che verranno inaugurati il 24 agosto, nell’anniversario dell’eruzione, con lo scrittore e giornalista Alberto Angela.

Il regista Pappi Corsicato ha inoltre curato le realizzazione del progetto “Pompei, un’emozione notturna” tramite un video per promuovere nel mondo Pompei, non solo come straordinario luogo della memoria, ma anche come suggestivo contenitore di eventi culturali e spettacoli.
Un gruppo di fotografi si cimenterà inoltre in una galleria di immagini che racconteranno in modo originale e contemporaneo la bellezza delle rovine, per arricchire l’archivio database della Regione Campania, messo a disposizione di tutti gli operatori e gli enti impegnati nella promozione turistica della Campania.

Le passeggiate di “Pompei, un’emozione notturna” hanno il costo di 16 € a persona (con riduzioni e gratuità uguali a quelle previste dal sito).

Gli incassi saranno interamente devoluti alla Soprintendenza Speciale di Pompei, Ercolano e Stabia destinati a lavori di restauro o manutenzione del sito.

Sabato notte agli scavi

Ogni sabato sera, fino al 17 ottobre agli scavi di Pompei ed Ercolano, sarà possibile partecipare a percorsi di visita appositamente predisposti dalla Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia al costo di 2 euro.

Agli Scavi di Pompei i turisti potranno visitare la mostra “Rapiti alla morte. I calchi – La fotografia”, allestita nell’Anfiteatro dell’area archeologica. Qui i calchi realizzati, a partire da quelli di Giuseppe Fiorelli, vengono presentati per la prima volta al pubblico dopo il recente restauro della Soprintendenza. Le visite alla mostra saranno organizzate per gruppi di 40 persone.

Agli Scavi di Ercolano sarà visitabile il Padiglione della Barca e con una veduta panoramica dall’alto della città illuminata, si potranno osservare gli scavi e gli scheletri delle vittime dalle porte dei Fornici.

Le visite saranno contingentate per gruppi di 25 persone a partire dalle ore 20,20 con partenze ogni 20 minuti.
I turni di visita saranno i seguenti: 1 turno: ore 20,20; 2 turno: ore 20,40; 3 turno: ore 21,00; 4 turno: ore 21,20; 5 turno: ore 21,40; 6 turno: ore 22,00; 7 turno: ore 22,20; 8 turno: ore 22,40; 9 turno: ore 23,00; 10 turno: ore 23,20.
E’ fortemente consigliato, in particolar modo per il sito di Ercolano, di anticipare la propria presenza presso le biglietterie al fine di rientrare nei turni di visita.

In caso di elevata affluenza, l’Amministrazione non garantisce l’ingresso a tutti i convenuti e sarà rispettato un rigorosissimo ordine di arrivo.

“ARTicolo 9”: il Forum promuove la cultura

Il Forum dei giovani di Portici presenta “ARTicolo 9”

Sabato 18 giugno, in Villa Fernandes, Il Forum dei giovani di Portici ha organizzato un evento basato sull’articolo 9 della Costituzione Italiana.

Esso promuove e tutela lo sviluppo della cultura, articolo 2della ricerca, dell’ambiente, della storia e dell’arte. L’evento ha avuto inizio la mattina, ore 10, ed è consistito in una mostra, o meglio, in una esposizione libera d’arte. Si sono esibiti vari artisti locali, tra cui band musicali e compagnie teatrali, in seguito c’è stato un dibattito sul tema della giornata. “A Portici tutto è cultura, anche l’angolo più remoto e recondito della città, perché può essere custode di una storia”, spiegano i membri del Forum. L’evento ha visto anche la partecipazione di delegati dell’ex asilo Filangieri di Napoli, in particolare Nicola Caputo, di Vincenzo Capasso, rappresentante di Let’s Do Italy e soprattutto di molti giovani del territorio.

L’obiettivo dell’evento

Alfonso Cristofano, coordinatore del Forum, ha rilasciato dichiarazioni in merito: “L’articolo 9 per noi rappresenta la cultura come essenza dello Stato perché dà ai cittadini l’immagine di chi li governa. Solo una visione totale della produzione culturale, artistica e scientifica, è in grado di dare un segnale di chi ci rappresenta. Noi, in questo caso, non ci siamo sostituiti al soggetto “Repubblica”, ma abbiamo voluto caricarla di responsabilità, siamo qui a chiedere l’attuazione pratica, non solo utopica, di questo articolo”.

Sinergia tra il Forum e il territorio porticese

articolo 3 “Tre mesi fa ci siamo insediati, abbiamo cercato di diffondere, fin da subito, tre concetti base: inclusività, partecipazione ed aggregazione. Attraverso la cultura si può fare rete e collaborare con altre realtà porticesi in modo da dare opportunità agli studenti di occupare il loro tempo proficuamente. Per inclusività intendiamo, appunto, una forte partecipazione: anche dei consiglieri comunali, ma soprattutto dei 9.000 ragazzi di Portici. Inviteremo tutti alle nostre iniziative, senza reclusioni; il Forum deve funzionare come strumento per i ragazzi porticesi e faremo da tramite con le Istituzioni senza chiuderci in fazioni. Sabato abbiamo capito che a Portici c’è ancora la possibilità di fare squadra e lavorare tutti insieme”, così prosegue il coordinatore del Forum.

“Adesso Noi” sostiene l’espressione artistica e culturale

Anche l’Associazione “Adesso Noi” tiene a precisare il sostegno ad ogni forma di espressione culturale nel territorio porticese e si propone di collaborare con ogni realtà sociale che abbia lo stesso scopo. Il vice Presidente Claudio Esposito Scalzo si è espresso così: “Ringraziamo di cuore il Forum dei Giovani di Portici per questa bella iniziativa. La scelta della tematica evidenzia la profonda sensibilità che i giovani hanno verso lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica, anche e soprattutto attraverso le più ampie forme di espressione artistica. “Adesso Noi” manifesta la propria vicinanza al Forum e a tutte quelle realtà associative che si adoperano, in prima linea, nella realizzazione di iniziative culturali affinché il nostro territorio si ponga sempre più come fucina di formazione, conoscenza e civiltà”.